GM


Voce e bouzouki, e poi violino, violoncello e fisarmonica: il disco raccoglie 10 canzoni in gran parte registrate a Costalovara, tra le montagne dell’Alto Adige, in un antico casale che i Gramm, una famiglia del posto, hanno trasformato in un museo dedicato alle api.

“Quando è il momento, le strade si incontrano” dice Gabriele “Io avevo nuove storie da raccontare. Forse perché mi ci ero messo a nudo, loro sembravano una cosa viva, lì a pretendere da me il vestito musicale adatto: vivo, come loro, e guai che fosse perfetto! Ho pensato che dovevo immergerle in una specie di nuvola di suono, fatta di corde e di archi. Sì, e possibilmente registrando in presa diretta. Quando, un giorno, il mio amico Harald mi ha parlato per caso del vecchio casale delle api, potete ben credere che mi è passato un fulmine per la testa. Detto fatto: ci hanno pensato i muri di sasso e il legno delle stanze a creare quel suono irripetibile che si ascolta nel disco. E se ogni tanto sentite uno scricchiolio, sapete perché è lì”.

Questo succedeva nella primavera del 2020. L’inverno successivo, cioè poche settimane fa, Gabriele è tornato sul posto con il documentarista Mauro Podini. A poche centinaia di metri e ben visibile dal casale, passa una vecchia linea ferroviaria. Saltati sul piccolo treno, hanno attraversato i campi coperti di neve e per così dire salutato ancora una volta il casale. Così sono nati i video che accompagnano il disco.

L’album è disponibile sul sito di VISAGE MUSIC in CD.

BUON ASCOLTO, BUONA MUSICA!



I BRANI DELL’ALBUM
1. Paradiso (4.58)
2. Magnolia nera (4.20)
3. Il ragazzo che saliva sugli alberi (6.16)
4. Il bicchiere del mare (4.09)
5. Anno nuovo (4.33)
6. Mi lascerò cadere (4.53)
7. Gli esploratori (5.34)
8. Tu e io (4.44)
9. Minnie (2.56)
10. Il migliore (3.27)




LA GRANDE FAMIGLIA DELL’ALBUM
Gabriele Muscolino: voce, bouzouki
Angelika Pedron: voce
Lorenzo Barzon: violino
Luca Pasqual: violoncello
Matteo Facchin: fisarmonica
Martin Tourish: fisarmonca
Giacomo Plotegher: registrazioni, missaggio
Tommy Bianchi: mastering